SEO: Il tag h1 ai tempi della fecondazione eterologa

È vero che il Tag H1 si può utilizzare una sola volta all’interno di una pagina web?

  • Si?
  • No?
  • Da valutare

Le risposte sono valide tutte e tre, a seconda dei contesti e dei momenti storici, un po’ perché ho deciso di tediarvi, un po’ perché con l’avvento dell'HTML5 e con gli ultimi aggiornamenti di Google (a dire il vero non così recenti) le regole si stanno… evolvendo.

Cosa è il Tag <h1> e che peso ha?

Il Tag <h1>, come ben sapete, è un elemento HTML, elemento di blocco, un marcatore utilizzato per stabilire l’ordine dei contenuti all’interno di una pagina.
Nello specifico l’h1 è solitamente utilizzato per racchiudere quella parte di testo rappresentante il titolo principale dell'argomento della pagina, sia in ordine gerarchico che di posizione. O almeno così dovrebbe essere, nelle buone pratiche suggerite dal W3C.
Una gerarchia assoluta, rispetto alla pagina, delle intestazioni: dal’H1 fino ad arrivare all’H6 per gestire i titoli e sottotitoli. Un esempio di titolo e sottotitolo:



<h1>L’importanza del marcatore H1 nella SEO</h1>
<h2>Come e quando utilizzarlo al meglio</h2>

All’interno della pagina web il Tag H1, a differenza di dei seguenti marcatori (h2, h3, h4, h5, h6) deve essere unico, ovvero non deve essere utilizzato più di una volta. C’è chi sostiene che persino il il Tag H2 dovrebbe essere unico. Non è così. Questa "regola" è stata rispettata nel mondo della SEO in modo pressoché assoluto, fino all'avvento del brillantissimo HTML5, il quale, grazie all'introduzione di tags semantici, ha permesso di evolvere le regole di scrittura del codice alle quali eravamo ciecamente abituati.




Come utilizzare il Tag H1 ai tempi dell’HTML5: cambiano le regole!

Come ben spiegato nella Guida HTML5 presenta un nuovo content model rispetto a quello dell'HTML4. I nuovi marcatori introdotti hanno adesso una forte correlazione con il contenuto, così da proporre una elegante e funzionale alternativa agli espedienti impiegati nel vecchio HTML4, ovvero l'utilizzo dell'attributo Class con valore semantico. Il nuovo content model introdotto, definito sectioning content, permette ora di creare componenti atomici, strutture indipendenti dalla loro posizione nella pagina web che state costruendo, all'interno delle quali è permesso l'utilizzo del Tag <h1>, poiché considerato relativo all'elemento che lo contiene. Esempio di utilizzo delle intestazioni (tratte da html.it)


Utilizzo delle intestazioni in HTML4
Utilizzo delle intestazioni old style in HTML4

Utilizzo delle intestazioni in HTML5
Utilizzo delle intestazioni in HTML5

Si ok, ma come ottimizzo i contenuti del mio sito? Veniamo a Google!

Cari SEO è giunto il momento del riscatto? Adottando questo magnifico linguaggio di Mark Up, HTML5, potrete adesso sbizzarrirvi nell'utilizzo compulsivo dell'elemento protagonista di questo mio articolo.
Ma, ma ma… cosa sta combinado Google in questi ultimi periodi? Content is King, e questo Big G ce lo ricorda molto spesso, tanto che, osservando le SERP, vediamo chiaramente che ciò che restituisce IL motore di ricerca sono porzioni di contenuto della pagina. Tutto molto bello ed anche un po' banale, quindi perché sottolineo ciò?

Semplicemente perché fino a non molto tempo fa eravamo abituati a vedere SERP con Snippet composti da Meta Title + Meta Description, e chi utilizza Wordpress con plugin SEO By Yoast, questo lo sa bene, poiché tale strumento ci permette di costruire quello che sarà lo snippet restituito nei risultati di ricerca di google per la pagina che stiamo costruendo, con tanto di anteprima.
Seo by Yoast
Pannello SEO di Wordpress per la creazione degli snippets

Panta Rei! Le cose si evolvono, non è più così, perché, concentrandosi sul contenuto, capita sempre più spesso che Google restituisca come elemento principale dell'anteprima dei risultati della ricerca il titolo contenuto all'interno dell'<h1>, poiché, gerarchicamente, la parte più importante e indicativa di quello che è il contenuto della pagina.

Come si può vedere nell'immagine sottostante, la query restituisce come risultato di ricerca uno Snippet costruito a partire dal titolo h1 della pagina, e non dal meta title!
Risultati di ricerca Google
Google costruisce le SERP con il Tag h1

Quanti <h1> utilizzare quindi? Facciamo 1 + 1 e tiriamo le somme.

Abbiamo sopra spiegato, brevemente, che con l'avvento del’HTML5 si possono utilizzare più di una intestazione <h1>. Bene! Ma abbiamo anche visto che Google prende in considerazione tale elemento come titolo delle SEPR.

Il punto su cui riflette è quindi il seguente: se impiego più di un H1 nella mia pagina, Google quale andrà ad utilizzare? A quale attribuirà maggiore peso? La risposta potrebbe essere tanto scontata quanto complessa. Mi viene da pensare, su due piedi

"Bhe, un motore di ricerca sofisticato come Google sa bene quale scegliere… andrà in ordine di posizione (il primo quindi), sceglierà quello più pertinente con la query di ricerca… oppure… mah, chissà?"

Nel dubbio, si potrebbe decidere di continuare ad utilizzare un solo Tag <h1>.
E voi cosa ne pensate?
Voglio il vostro acuto ed impertinente parere qua sotto! :)

Come automatizzare la SEO quotidiana


Come automatizzare ed ottimizzare i tempi con operazioni SEO che ogni giorno impegnerebbero molto tempo?

Per rispondere a ciò vengono in aiuto i tools Google Drive, Excel ed alcune funzionalità di Scraping.

Spesso dobbiamo ripetere operazioni e lavori ripetitivi e poco creativi, senza alcun dubbio importanti e fondamentali, ma decisamente poco stimolanti per chi “gode” nel fare SEO. All’interno del video il docente approfondisce

  • Google Drive & Excel nelle sue funzioni e strumenti base.
  • Questionari e segmentazione: come conoscere la propria nicchia, il proprio mercato, il target di riferimento.
  • Applicazioni di Google Drive ed Excel per la SEO on page
  • Applicazioni per fare analisi e testing: in siti di grandi dimensioni implementare un test può essere molto complesso.
  • Link prospecting


Webinar a cura di Paolo Dello Vicario, consulente di Web Marketing con background da SEO, amministratore e fondatore di ByTek Marketing Srls.



www.semrush.com Buona visione!

Cerca